La Psicoteramerda: IL PINGUINO IMPERATORE

“Dottoressa Medea, mio figlio è andato a vivere con il padre (ha 14 anni... mio figlio, suo padre meno😂) perché è più vicino alla scuola che frequenterà da settembre. Da mammatuttacuore, mi dispiace, sono affranta, da mammadimerda mi godo il tempo senza crisi adolescenziali.
Cosa ho di sbagliato? Aiutooo”.

Cara amica, cara affranta, cara adolescente-free,
perché dovresti essere sbagliata?
Ti parlerò dei PINGUINI IMPERATORE.

Vivono in Antartide, uno dei posti più freddi del mondo, roba che in confronto il cuore di mia suocera è Copa Cabana. Sono alti un metro e mezzo circa e pesano quanto un pastore tedesco.
Camminano come degli idioti, e sono anche molto eleganti per via di quel frac naturale.
Insomma, i pinguini imperatore ci insegnano molto: l'eleganza, la proporzione a pera e soprattutto LA DIVISIONE DEI COMPITI.

Mamma pinguino, dopo l'accoppiamento, depone un singolo enorme uovone da mezzo chilo. A quel punto, altro che cosleeping, alto contatto, mammetuttocuore. Lo affibbiano a papà pinguino e via, tutte insieme in mare, per andare a magna'.
Papà pinguino cova l'uovo durante tutto l'inverno antartico, 64 giorni di gelo sulla punta delle zampe.
Non mangia. Alla schiusa, sarà stato digiuno per quasi 4 mesi. In compenso, nutrirà lui il piccolo con una roba che gli esce dal becco che vi prego di non cercare su Google perché in confronto lo scroto di mio cognato è il David di Michelangelo.

Poi, dopo il freddo, la fame, la schiusa (che dura anche tre giorni, alla faccia dei parti rapidi!), riecco tornare lei: mamma pinguino. È lucida, sana, grassoccia e splendente. Si riunisce alla sua famiglia a cose fatte, e prosegue la cura del cucciolo.

Cosa voglio dirti, amica?
Che i pinguini non si fanno e non si crescono da soli. Loro lo sanno per istinto, perché sono ovviamente migliori di noi, ma noi dobbiamo impararlo da capo.
Pensa che bello: tuo figlio maturerà, tu fiorirai e tuo marito sperimenterà il gelido inverno antartico dell'adolescenza umana.
Sii felice.
Sii pinguina.
Famme sape'

1 commenti

Osiride Perroni

Cara dottoressa volevo invece chiederle come affrontare il problema padre eccessivamente pinguino che si è completamente sostituito a me mdm dopo che io purtroppo dopo 3aborti in un anno e una situazione lavorativa in cui il bambino che seguivo a scuola ( essendo insegnante di sostegno) mi ha massacrata di botte causandomi due dei 3 aborti, diciamo che ho avuto un vacillamento riguardo il mio essere madre. In pratica ho perso il mio essere madre, inconsciamente ho lasciato a lui tutte le decisioni riguardo mio figlio.
Agli occhi di mio figlio ero diventata solo una tata che lava, cucina e lo accompagna in ogni dove!
Quando mi sono risvegliata da questo torpore e ho ripreso mio figlio ricostruendo duramente un rapporto madre figlio, mio marito dice che sono assente che il nostro rapporto è distaccato che io penso solo a mio figlio e che mi devo dare una calmata!!!?
In pratica come faccio sbaglio!!!!! E non ne posso più!!!

Lascia un commento