Noi

Un pensiero per la Festa della Donna però ce lo riserviamo.
Per chi ci ha conosciute da poco, Mammadimerda sono due cazzare che gestiscono questa pagina da tre anni.
Nell’ultimo anno sollecitate dalla vivace comunità di pari cialtrone abbiamo raccolto la sfida un po’ per gioco un po’ perché ci abbiamo creduto e abbiamo portato avanti sulle sole nostre forze, autoproducendoci, diversi progetti, alcuni solo temporaneamente sospesi perché è un momento diverso in cui bisogna altro, bisogna starci dentro ma soprattutto bisogna stare DENTRO CASA PROPRIA.
Per portare avanti tutte queste idee ci siamo avvalse della collaborazione di alcune professionalità, e ci piace ribadire tutte le volte che possiamo che la nostra è una filiera d.o.c. interamente femminile. Ci piace ricordarlo, ci piace pensarlo, ci piace bullarcene.
Lei ad esempio è Giuditta Matteucci, una delle nostre, l’illustratrice che ha curato tutte le immagini che trovate nel nostro libro “Non sei sola- Fenomenologia della Mammadimerda” (lo specifichiamo perché poi fate sempre casino con il Libro delle Risposte che è un’altra cazzarata con cui ci siamo molto divertite).
Questa è un po’ della storia di Mammadimerda, e quest’anno gli auguri li facciamo a noi e a tutte le inadeguate, quelle che non ce la fanno come stile di vita e che anche la cazzata la sfoggiano con un certo portamento.

Lascia un commento

x