Fortunato chi ce l’ha.

La famiglia di Mdm2 è sempre stata attraversata da una vena più o meno goliardica di anticlericalismo.
Per spiegare, mia nonna racconta che dopo la guerra era una delle ragazze che festeggiavano il primo maggio con Nilde Iotti.
La cosa deve aver creato un corto circuito con quella spolverata di religiosità che si porta dietro e il suo senso di fede, che è un vero sentimento e non si può questionare neanche con noi stessi. Ma tant’è.
Ieri sera mi racconta di una conoscente che incontra durante l’esercizio di un’abitudine che ha recuperato negli anni.

“Quando vado a messa la domenica, la vedo sempre sul pulpito. Legge IL COSO LÀ”.

Il Vangelo, nonna. Il Vangelo.

#bisnonnadimerda

Lascia un commento