Un, due, tre.... STELLA!

Quest’anno vi regaliamo un piccolo shock. Abbiamo pensato a lungo negli ultimi giorni se darvi la notizia e siamo giunte alla conclusione che dobbiate sapere. Ormai siete adulte e potete reggere il colpo: il gioco che ha accompagnato l’infanzia di quasi tutti, “un, due, tre, stella!” in realtà non esiste. Abbiamo sempre sbagliato. Un po’ come Donato, che non è il nome del cavallo ma un aggettivo. La versione corretta è “un, due, tre, stai là!” che, se ci pensate, ha anche molto più senso. Approfittate della scusa del clima di festa per affogare la delusione nel prosecco. Noi ancora non ce ne facciamo una ragione.

Lascia un commento

x