La fatinadimerda

Figlia#1 ieri ha perso un dente, l’ennesimo, il che giustifica la mancanza di entusiasmo con la quale è stata accolta la lieta novella “MAMMAAAAA HO PERSO UN DENTEEEEE”, anche dai vicini.

L’altro ingrediente che avrebbe dovuto allertarmi, quando ancora potevo arginare il disastro, era la totale stanchezza, ma che dico, devastamento di ogni fibra e afonia di qualsiasi afflato vitale rende meglio l’idea della mia condizione psicofisica, dovuta a un viaggio di 20 ore per rientrare dal Sudafrica, dove ho portato le iene a familiarizzare con il loro habitat naturale. Non hanno voluto rimanere nella savana, purtroppo.

(Se volete vi parlerò del safari più avanti)

Non mi ha quindi stupita troppo il fatto che la fatina dei denti, anziché passare a lasciare un soldino, sia svenuta sul divano guardando una puntata di Dark, mezza ubriaca di mirto, alle 21,15.

Pdm, che avrebbe potuto essere risolutivo, ha subìto una fine analoga che non posso testimoniare.

“Mamma, la fatina non é passata” sentenzia delusissima fdm.

Ed è sempre qui che i veri genitori di merda tirano fuori il meglio di sé, la prontezza con la quale inventano una scusa credibile è fondamentale per limitare la delusione della prole, nonostante il rincoglionimento degli occhi appena aperti alle 7,30 del mattino, la dura vita dell’antilope che non dorme mai perchè vive in allerta di un possibile predatore, per rimanere in tema.

“Forse non è passata perché l’hai perso verso sera e non ha avuto il tempo...” biascica uno sconvolto pdm.

“Sicuramente è stato per il temporale, ha piovuto tantissimo tutta la notte, come faceva la fatina a volare, anche gli aerei hanno subìto ritardo, chiedi alla nonna!” la manovra diversiva di pdm avvantaggia mdm di quei 30 secondi sufficienti per elaborare una strategia di risposta migliore e leggere i messaggi della di lei madre.

“Oh povera fatina, è vero mamma!”

Mdm 1 - trauma da abbandono 0

Ricordatemelo stasera però!

Lascia un commento