Compleanno al cinema

Per festeggiare il mio compleanno quale modo migliore se non portare mia figlia e altri suoi 4 amici (scuola elementare, per dare un'idea del valore del mio atto patriottico) a vedere uno dei capolavori più attesi del 2020? Il film dei Me contro Te, evento generazionale che verrà studiato nei corsi universitari di mezzo mondo. Arrivo al cinema Lux circondato da pargoli sognanti e saltellanti, sono il loro eroe, ora e per sempre. Mi appropinquo alla biglietteria mostrando con fierezza i miei 6 biglietti elettronici, spettacolo delle 18, comprati con la stessa ansia di quelli per l'arca di Noè.
La tizia mi guarda con aria bovina e interrogativa e pronuncia la più terribile delle sentenze:
“c'è qualcosa che non va...”
Come c'è qualcosa che non va? Nel mondo intende? La crisi in Iran? Il caos in Libia? La rinuncia di Harry e Megan?
“Non so come dirglielo”, borbotta intimorita la bigliettaia, “ha acquistato i biglietti per il Lux, spettacolo delle 18...”
Esattamente! ribadisco fiero come un padre costituente.
E lei in un sussurro commosso: “...ma al Lux di Roma!”
Ora, se fossi stato teletrasportato davanti alla morte Nera o all'occhio di Sauron avrei reagito in maniera più composta.
Ecco, pronuncio con un visibile ictus incipiente, con la stessa fluidità di un afasico cinese, come posso evitare il linciaggio? E indico alla bigliettaia i piccoli fiammiferai al mio fianco ormai in procinto di dare fuoco a me e al cinema.
Mi dica che ci sono posti per le 17,30 e se non ci sono li crei, la supplico!
È una storia a lieto fine, ripago 6 biglietti per lo spettacolo delle 17,30 al Lux di Torino e scopro che nella sala del film internet non prende: niente YouTube, niente YouPorn, niente Spotify, ma sono vivo. Tanti auguri a me!

Lascia un commento